Gemma Moss, la Donna (non) Morta per Cannabis

Giustizia per Gemma

Non sono per niente contento di dover parlare della morte di questa bella signora inglese di 31'anni e madre di tre figli:
Ma, questi infami moralizzatori dei costumi, stanno insozzando la sua immagine, profittando della sue morte improvvisa in modo assolutamente vergognoso, per dei meschini intenti ideologici e che cercherò di spiegare successivamente.
 Gemma Moss
Perchè si tratta di morte cardiaca improvvisa:
(Mi ci gioco tranquillamente ambedue i testic...), che si tratta proprio della "Sindrome di Brugada", o "sindrome della morte improvvisa notturna di causa sconosciuta" ed assolutamente non legata all'uso di cannabis:
Oppure di "Morte Cardiaca Improvvisa (MCI)",
"Epidemiologia: Non risulta agevole la valutazione dei dati epidemiologici riguardanti la Morte Cardiaca Improvvisa (MCI), sia per l’effettiva differenza di incidenza fra popolazioni a basso o ad alto rischio e tra le diverse aree geografiche, sia perchè si tratta di dati statistici non univoci, spesso differenti perchè diversa è la definizione utilizzata nei diversi studi. Sicuramente rappresenta la principale causa di morte nei paesi industrializzati ed è responsabile del 60-70% di tutti i decessi di origine cardiovascolare."
La morte cardiaca improvvisa è una morte drammatica e/o spontanea che si è pensato possa essere causata da una condizione del cuore:
« Questa anomalia è verosimilmente legata ad un prolungamento deI processo di depolarizzazione con un blocco di branca destra o un blocco focale, che dà origine ad un ritardo di attivazione di una porzione del ventricolo destro. Non abitualmente può essere associata una ripolarizzazione precoce. »
In circa 1 ogni 20 casi di morte cardiaca improvvisa, non può essere trovata nessuna causa precisa per la morte.
Le condizioni responsabili SADS causano un arresto cardiaco da portare su un "aritmia ventricolare" (un disturbo nel ritmo del cuore), anche se la persona ha nessuna malattia cardiaca strutturale.
L'unica maniera per scoprire la predisposizione a questa sindrome, è il fare un elettro cardiogramma ECG sotto sforzo, oppure con un test a stomaco pieno per vedere un incremento del tono vagale a seguito dell'ingestione di cibo..
(Alzi la mano chi di noi, essendo sano, ha mai fatto un ECG sotto sforzo..)

Quindi, in oltre il 20% dei casi, la morte risulta assolutamente senza cause e malattie cardiache presenti:
Soprattutto tra persone giovani e perfettamente sane "e senza nessun referto evidenziato dall'autopsia".
Questo tipo di morte riguarda spesso giovani ed adolescenti che stanno facendo una moderata attività fisica, come nel caso dell'adolescente inglese che stava saltando sul trampolino elastico e descritto nell'articolo sopra:
Oppure le morti di giovani sui campo da calcio, o mentre fanno altri sport, ma possono anche essere causati da una forte emozione, oppure da un ingestione eccessiva di cibo prima di addormentarsi "come potrebbe essere successo nel caso di Gemma Moss".

Io stesso e poco tempo fa, mi sono trovato a svegliarmi "a causa di un incubo" con una forte tachicardia:
Può anche succedere se stiamo sognando di cadere, o di stare guidando senza controllo, o di fuggire da un pericolo "ed a causa dello stress accumulato durante il giorno".

Durante l'autopsia, è impossibile stabilire le cause di questa morte, soprattutto se si tratta di persone apparentemente sane, e sembra molto semplicistico dare la colpa a mezza canna quando non si sa dove sbattere la testa:
Il patologo, dottor Kudair Hussein, impiegato dal Poole Hospital NHS Foundation Trust, avrebbe dovuto informarsi meglio sulla tossicità della cannabis "ora gli arriveranno una marea di giuste critiche e probabilmente delle denunce a riguardo" e scartare immediatamente l'ipotesi di una morte cardiaca improvvisa SADS è stata una leggerezza veramente imperdonabile.

Intanto i medici americani, addetti del settore marijuana, stanno mettendo in discussione la sua diagnosi:
"Non c'è mai stata una storia, in tutti i rapporti verificati, di una morte da cannabis, in 5000 anni di storia"
Il Dott. Alan Shackelford, fondatore e medico principale della Amarimed del Colorado , che valuta i pazienti per l'uso di marijuana medica, ha detto a su The Cannabist di Venerdì.
"La cannabis può causare un aumento della frequenza cardiaca, e c'è una possibilità che potrebbe causare un problema con qualcuno con una malattia cardiaca preesistente - per esempio, qualcuno con una frequenza cardiaca elevata.
Ma non è nota una dose tale, per la cannabis, da poter uccidere un essere umano" 
Shackelford ha consultato diversi governi statali e nazionali sulla marijuana medica, da Colorado ad Israele: Si recherà a breve in Nuova Zelanda per consigliare sull'argomento.
Ha detto che "forse ci poteva essere stata un adulterazione o un altro elemento coinvolto nella morte della Moss", anche se i test inglesi non hanno rivelato nulla del genere, anche secondo i resoconti dei media.
"Non di rado vediamo casi di morti inspiegabili", ha continuato Shackelford:
"La cannabis è una falsa pista ed un reperto accidentale, è più probabile una sorta di aritmia cardiaca che non è stata causato da una anomalia fisica e che altrimenti sarebbe stata osservabile all'autopsia. "ovvero di SADS"
Ma non ci sono mai state segnalazioni e di cui io sono a conoscenza, di cannabis che provoca aritmia cardiaca."
"Non ho idea di che cosa ha causato la sua morte, ma posso dire con quasi il 100 per cento di certezza che non è la cannabis che l'ha uccisa."
Questo recente rapporto ha causato scintille di polemiche in tutti gli Stati Uniti.

I medici negli States concordano sul fatto che fumare marijuana può essere la causa di morte, in alcuni casi, ma solo se viene consumata con una droga più letale "poli-consumo": Sarebbe allora il farmaco letale la causa del sovra-dosaggio e non la marijuana.
Anche i medici concordano sul fatto che la frequenza cardiaca accresciuta dall'ansia del fumo di marijuana può causare una condizione cardiaca sottostante per avere una reazione mortale.
Ancora una volta, tuttavia, sarebbe la condizione e non la marijuana che sarebbe la causa della morte.
(Ma non nel caso di Gemma Moss, che era una consumatrice abituale "anche se non in modo costante e per lo più a scopo medico", da almeno dieci anni)

L'alcol è la droga più pericolosa

L'American Scientist, una rivista di scienza e tecnologia molto popolare, ha recentemente pubblicato un articolo riguardante la tossicità delle droghe ricreative.

Hanno dimostrato che l'alcol è la più letale di tutte le sostanze comunemente abusate.
Una persona dovrebbe bere dieci volte l'importo necessario "una leggera sbronza" per raggiungere l'overdose.
Mentre, i consumatori di marijuana avrebbero dovuto, assumere 1000 volte la quantità di marijuana che serve per sentirsi "un po sballati" per raggiungere l'overdose.
Gli studi hanno dimostrato che nella maggior parte degli utenti abbandonano molto prima che tale importo possa essere assunto o ingerito.
(E' umanamente impossibile fumarsi mille canne di seguito, o persino ingerire tanta marijuana da raggiungere un overdose, si morirebbe molto prima di indigestione: Mentre, per l'alcol, è sufficiente ingerire dieci volte la quantità che corrisponderebbe al minimo di alcol consentito alla guida)
Ci sono stati in America, in particolare il Colorado e la California, dozzine di casi di bambini, anche molto piccoli, intossicati da un elevate quantità di cannabis:
"La sostanza chimica e principio attivo della marijuana, il tetraidrocannabinolo, è superiore alle concentrazioni normali nella marijuana medica, e spesso è venduto in prodotti da forno, bibite e caramelle, hanno detto i ricercatori nello studio, che è stato pubblicato online il 27 maggio sulla rivista JAMA Pediatrics."
Avendo essi mangiato una grande quantità di Alice B. Toklas' brownies "biscotti medici alla marijuana" dei nonni, eppure tutto si è risolto tutto con un paio di giorni di ricovero "a letto e senza bisogno di alti trattamenti o altri medicinali" e sono tornati subito allo stato normale "senza altre conseguenze durature":
(I bambini guariscono rapidamente nella maggior parte dei casi, ha detto il Dr. George Sam Wang. "Non hanno bisogno di non più di un giorno o due di ricovero" e "Non ci sono stati morti o effetti collaterali duraturi.")
(Anche qui, non c'è stato nessun caso di morte, invece quanti sono in Italia, i bambini muoiono a causa dell'aver ingerito altri medicinali, anche solo dei comuni farmaci da banco.?)
National Istitute of on Drug Abuse ha risposto alla domanda:"Si può morire per overdose da marijuana?"
L'istituto, ha risposto: "La risposta è no, non è molto probabile."
"Not familiar with pot’s effects on the body: Can you overdose and die from marijuana? “The answer is no, it’s not very likely,” according to the federal government’s National Institute on Drug Abuse."
Il New York Daily News ha contattato diversi medici della East Coast, per domandargli riguardo i loro risultati.
Il Dott. Yasmin Hurd, professore di psichiatria alla Scuola di Medicina di Icahn al Monte Sinai, ha detto al Daily News:
"Per la mezzo joint? Questo è ridicolo.."
Il Dott. Bradley Flansbaum, un Medico ospedaliero al Lenox Hill Hospital, ha detto al Daily News:
"Sarebbe molto, molto, molto improbabile per ottenere una dose letale di marijuana, se non è stato adulterata con qualcosa.."
Io non sono la persona più adatta, ne molto portata, a credere alle varie "teorie del complotto", ma in questo caso, piuttosto della morte per overdose da marijuana, sarebbe molto più accettabile "e sarebbe persino più credibile" un rapimento da parte degli alieni.

Ultime affermazioni (degli ultimi giorni)

(Non posso iniziare a capire le certezze del patologo che "afferma" la cannabis ha ucciso Gemma Moss, ma neppure posso desiderare di contraddirlo apertamente.
Assunzione di qualsiasi quantità di cannabis, come tutte le droghe, come tante attività, porta alcune sollecitazioni sul corpo.
La cannabis di solito fa funzionare il cuore un po più difficilmente e colpisce sottilmente il suo tasso e ritmo.
Qualsiasi stress minore sul corpo può essere la goccia che fa traboccare il vaso, il battito della farfalla che scatena la tempesta.
La Signora Moss aveva sofferto di depressione, che a sua volta aumenta il rischio di morte cardiaca improvvisa.
E' abbastanza plausibile che il piccolo stress aggiuntivo causato da tale joint di cannabis abbia innescato un evento cardiaco uno-su-un-milione, proprio come è stato più frequentemente registrato per sportivi , sesso , saune ed anche da seduti sul water.)
Da: Lettera del Prof. David Nutt, su DrugScience (Comitato Scientifico Indipendente sulle Droghe)

Chi se ne approfittato realmente, e per dei meschini motivi ideologici



Chi ha palesemente approfittato, della morte naturale di questa povera ragazza inglese, è stata quella politica fascista e proibizionista alla Giovardi "e compagnia bella":
"I moralizzatori alla Super-Ciuk pieni di arroganza e di barberaccia, dalla fiatata alcolica mortale".

Invece di denunciare a caz.., dimostrino che quello che Vasco ha detto non è la realtà, mentre si continua ovunque ed impunemente a fare pubblicità agli alcolici, senza nessuna indicazione riguardo della loro pericolosità "sulle bottiglie e per i minori":
(come l'alcol uccide, l'alcol è responsabile di almeno 25.000 morti in Italia, l'alcol conduce all'encefalite ed a danni irreversibili al cervello, l'alcol è il maggior responsabile della cirrosi, o del cancro al fegato e della maggior parte degli incidenti stradali)

La Chiesa Cattolica "o qualcuno per loro" ha sfruttato la notizia per attenuare qualcosa di molto più rilevante, e che li riguarda personalmente

Questa notizia "vecchia ormai di una settimana", quella della morte di Gemma Moss, è stata data "con ritardo e con un utile coincidenza":
A Rai-News24, dal solito giornalista "raccomandato certamente dal mondo cattolico", con la solita enfasi "ed ipocrita indignazione" che di solito viene usata per dare le notizie sulla droga.

Mentre la notizia successiva "quella passata subito dopo", riguardo alla Commissione Onu per i Diritti dell’infanzia, che criticava il Vaticano perché:
(La Chiesa cattolica non ha ancora adottato misure per prevenire le violenze sui bambini da parte dei preti pedofili..)
E' stata lanciata cosi velocemente, da fare sembrare lente certe avvertenze sui pericoli del gioco d'azzardo, nella pubblicità dei siti di scommesse on-line
L'ipocrisia maggiore, più crudele e più vergognosa di questi bravi cattolici è che vogliono vietare le cure ai malati "anche nei casi di SM, glaucoma, epilessia, ecc. ecc.." e dove si è dimostrata la migliore cura in assoluto.
(Qui non stiamo parlando di cure staminali o di bicarbonato, ma di una sostanza che è stata usata efficacemente in medicina da almeno 5000 anni)
Inoltre la vogliono vietare anche a chi cattolico o cristiano non lo è e non lo sarà mai:
"Questo è un palese esempio di mancanza di rispetto per i diritti umani, del classico delirio di onnipotenza, di presunzione di superiorità, dell'arroganza squadristica ed intolleranza di cui si è già macchiato per secoli il Vaticano"
Se poi "non bastasse", il solito giornalista ha tirato fuori di nuovo la balla della marijuana "che non è più quella di una volta..", arrivando all'ennesimo sproposito della cannabis al 55% di thc e della Skunk che è pericolosissima:
(Per una volta che mettono in guardia contro i pericoli della cannabis, dovrebbero mettere in guardia 100, 1000 volte sui pericoli dell'alcol la droga più pericolosa e più usata in Italia e sulle sigarette quelle che fanno più vittime in assoluto..)

Mentre, io che fumo da una vita, non ho visto niente di rilievo a riguardo, la cannabis raramente è un po più forte del normale "ma non supera mai il 20% di principio attivo e quindi se ne fuma un po di meno", addirittura la Skunk "presente sui cataloghi di semi fin dagli anni 90" non è nemmeno la più forte e difficilmente supera il 16% di thc.
"In genere la Marijuana della migliore qualità, quindi non quella "standard" da strada, può arrivare ad una percentuale massima intorno al 20% di THC"
(Poi una legge seria "la legalizzazione", impedirebbe la vendita di cannabis oltre un certo limite "p.e, oltre il 20%" e la vendita di semi di certe piante o di altri prodotti dai contenuti estremi "come l'olio concentrato di cannabis", allo stesso modo in cui non è consentito "e non consigliabile" bere degli alcolici che superano una certa gradazione "o abusare di sigarette o di farmaci alla nicotina").

In Italia muoiono 90.000 persone l'anno a causa del tabagismo!


Mentre io rimpiango l'hashish di allora "anni 80/90", infinitamente migliore dello schifo che fumano i ragazzi adesso e che non arriva all'8-10% di thc.

Poi (quella marijuana che si fumava una volta.., al 5-6% di thc) "secondo questo giornalista ottuso", nemmeno l'erba calabrese peggiore aveva un così basso livello di thc, una cannabis del genere può essere considerata soltanto canapone, buono per farci le corde..

Probabilmente, questo giornalista, è abituato ad allungare il vino dei cartoni con la gazzosa, forse andrebbe in overdose anche fumando del prezzemolo (e probabilmente, quando ha dato queste notizie, si doveva essersi fumato proprio quello..)

Intanto l'alcol fa 25.000/30.000 vittime ogni anno e solo in Italia!


Mentre, nonostante i 4/4,5 milioni di italiani che fumano cannabis regolarmente "o gli oltre 25 milioni di europei", non muore mai nessuno per questo..

Vorrei invece ricordare il caso di Fulla Nayak, un anziana signora indiana, morta a 125 anni dopo aver fumato canapa indiana per tutta la vita:
Fulla Nayak
La vecchina non ha mai sofferto di malattie degne di nota; sosteneva, anzi che il segreto della sua longevità era da ricercare proprio nell’uso quotidiano di marijuana.
La donna viveva con la figlia più “giovane” (92 anni) ed era molto popolare tra gli abitanti del proprio villaggio proprio per il suo amore verso l’erba della quale faceva, insieme al tè e al succo di palma, uso quotidiano.

Invece, nell'Occidente industrializzato si muore ancora di carcere e di tortura


Invece, da noi, si muore ancora, a meno di trent'anni, in carcere o per le torture, o a causa delle percosse di certi cani feroci del potere.
 
Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi
O per la perfida arroganza di certi falsi moralizzatori e stupidi proibizionisti, a causa di certi politici fascisti ed ipocriti:
"O anche solo per la falsità delle parole, di certi loro scagnozzi e portavoce ignoranti..".

Altri link a riguardo:

2 commenti:

  1. Mi hanno fatto notare, su un forum, che:

    Che Gemma Moss non sia porta per avvelenamento di cannabis, basta avere qualche nozione base di chimica per dirlo, ora parliamo della sindrome di Brugada. "I sintomi in genere si presentano nella terza-quarta decade di vita", inoltre compaiono "più spesso, nei maschi rispetto alle femmine (8:1)". "I fattori che provocano la comparsa delle aritmie sono la febbre, i pasti abbondanti, alcuni farmaci (tra cui gli antiaritmici e gli antidepressivi)"

    Per quanto riguarda le nozioni di chimica "che non è nemmeno necessario avere, sennò, in questo Paese di professorini e di cagasenno, nessuno avrebbe il diritto di parlare o scrivere qualcosa di sensato", basta leggersi i vari studi a riguardo e non occorre essere troppo presuntuosi per citarli "come ho già fatto decine di volte":
    Ma in questo Paesucolo di m...., vale molto di più la parola di un raccomandato, o di un ignorante "con laurea in management alla Bocconi", che si mette il camice bianco e comincia a sparare cazzate "una dietro l'altra".

    Io non ho mai detto il contrario "è come per il fatto del rel=dofollow, è inutile e non serviva mettercelo "è obsoleto", ma così faccio la figura dell'esperto di informatica e me ne vanaglorio".
    In quanto alla chimica certe cose le so anch'io, è certe volte, un po più di cloruro di sodio in zucca e meno arroganza possono essere benefici e si fa meno la figura dei bischeri..

    "I sintomi in genere si presentano nella terza-quarta decade di vita"

    Sbaglio o gemma aveva 31'anni, allora c'era già dentro "oppure questo chimico esperto conta le decadi a dozzine".

    Ancora x quanto riguarda "è più probabile nell'uomo che nella donna" mi spiace che sia l'unico caso conosciuto di una donna, tra quelle centinaia di migliaia che fumano la cannabis", forse ti dovrei citare altri 8 casi di uomini morti di sindrome di Brugada, per dimostrare che potrei anche avere ragione?

    (E' sicuramente molto più plausibile del morire per overdose da cannabis..)

    "I fattori che provocano la comparsa delle aritmie sono la febbre, i pasti abbondanti, alcuni farmaci (tra cui gli antiaritmici e gli antidepressivi)"

    Ho detto, ma forse ha letto solo quello che c.... ti pareva:
    (..ma possono anche essere causati da una forte emozione, oppure da un ingestione eccessiva di cibo prima di addormentarsi "come potrebbe essere successo nel caso di Gemma Moss".)

    Per quanto riguarda il "povero giornalista vilipeso", io lo affermo di nuovo e lo sottoscrivo:
    Lo seguo da un bel po di tempo e sono abbastanza esperto della vita, da capire quando uno fa la moina su certi argomenti e quando su altri dimostra una ipocrita indignazione.

    Giornalista ipocrita, perchè non spetta al giornalista dimostrare delle opinioni ideologiche, ma soltanto a colui che ascolta la notizia, farsi un opinione personale "per quello ci sono già degli opinionisti".

    (A me, come operaio, non è permesso dimostrare le mie opinioni quando costruisco qualcosa per un cliente, se non mi piace posso soltanto rifiutarmi di farlo ed andarmene)

    --segue--->

    RispondiElimina
  2. Questo giornalista, col suo immenso potere "di fare abboccare i lucci alle fandonie e beneficiare la sua parte politica" è soltanto un operaio dell'informazione e come me è soggetto alle personali richieste dei clienti "e basta!":
    Oppure si fa un blog personale e così può dimostrare le sue opinioni liberamente "anche se non sono condivise da nessun'altro"..

    Perchè qui si tratta solo di politica, la religione è una cosa privata e che si fa nel privato della propria anima, oppure in chiesa per i cattolici; Riguarda il rapporto tra il singolo individuo e la "sua divinità personale":
    (Perchè ognuno vede Dio a modo suo ed ognuno ha il diritto di concepirlo nel modo che più preferisce, o di non concepirlo affatto..)

    Quando trascende questo aspetto "ma si vuole imporre una morale, delle scelte non condivise, o imporre dei modi di vita ai cittadini", allora non è più religione, ma diventa un imposizione, un fatto esclusivamente e miseramente politico..
    (e della politica peggiore..)

    Quindi non mi parlassero di rispetto per la religione, il rispetto si da quando lo si riceve, oppure quando non ci si basa sull'ipocrisia e sulla menzogna..

    Per il resto non gli rispondo neppure, (io certe cose le dico apertamente e chi non mi vuole sentire è libero di andarsene altrove), certi altri, queste cose le pensano continuamente, ma non hanno i mezzi, o sono cosi vigliacchi o ipocriti da non riuscire farlo liberamente..

    Oppure ti accusano di falsare la realtà e perchè "anche se è così lampante" non riescono a percepirla.
    Oppure sono così carogna da fare finta che certe cose non esistono ed incolpano te di fare solo allarmismo e terrorismo:
    (Ma non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere..), o ipocrita ed ignorante di chi è pieno solo di se...

    (Io M5S, l'ho sempre criticato, e mi sono preso anche degli insulti per questo "e proprio dalla gente, che oggi, a fatto il voltagabbana":
    Ma certe cose le condivido anch'io, e se non fosse diventato il partito patronale di Grillo, delle cose buone per questo paese le avrebbe anche fatte..).

    RispondiElimina